The Village

The Village è del regista, creatore di “Il sensto senso”, M. Night Shyamalan; ed è basato sulla paura, in seguito agli attentati alle Twin Towers. Il film anche se molto lento, ha un sapore antico, sia per le ambientazioni che per l’inquietudine che dona senza entrare nello splatter. Le interpretazioni degli attori insieme alla fotografia, riescono a insinuare nello spettatore l’atmosfera che questa pellicola intendeva trasmettere. The Village inoltre, possiede il fascino del travestimento e dell’inganno, che lo rendono a mio parere assolutamente da guardare; mi sento per questa ragione in dovere di non rovinare a nessuno il finale; ecco tutto ciò che posso raccontarvi:

Un piccolo villaggio nell’America del nord del XIX, è tormentato da misteriosi esseri detti “le creature innominabili” (mostri dalle vesti rosse con lunghi artigli e aculei), che non consentono agli abitanti del posto di attraversare il bosco, lasciandoli così isolati da tutto il resto del mondo.
Gli anziani del villaggio sono una figura unita e forte, che coopera come un solo individuo, imponendo leggi che permettono una pacifica convivenza con “le creature innominabili”. Quando però la ragazza cieca Ivy Walker si innamora di Lucius Hunt, scatena la gelosia dell’amico autistico Noah Percy, che interrompe la pace accoltellando l’amico Lucius, ferendolo in modo grave.
Ivy si ritrova costretta ad oltreppassare il bosco e raggiungere la città, in cerca di medicinali in grado dare al promesso sposo una possibilità di vivere. Per farlo, confida nel suo potere di “vedere oltre” alla reltà”.

 

 

Facebook Comments
Precedente La recensione di Joy Successivo Immortal

2 thoughts on “The Village

  1. Bello, bello, bello! È uno dei miei horror preferiti e il primo tra i molti che ho visto! Credo sia stato proprio questo a farmi appassionare al genere!

I commenti sono chiusi.