Il Trono di Spade: sesta stagione

Posso inizire con il dire ommioddio? Questa stagione ha dato vita ad un solido e numeroso Team Snow dall’inizio durante la sua resurrezione in stile Lazzaro, alla fine quando viene dichiarato Re del Nord.
Ad Approdo del Re Cersei ha ricominciato ad essere amata anche se ha finito i figli a disposizione, mentre Margery viene odiata a causa del suo non denudamento dovuto al suo non cammino della vergogna, mi è però è dispiaciuto vederla esplode insieme a tutti i passerotti e al fratello.
Le ship non sono di certo mancate fra Daenerys e Yara e Brienne con Tormund, l’intero fandom è andato in visibilio; ma per quanto mi riguarda lo ammetto, ho fantasticato su Theon e Sansa, che finalmente ha avuto una gioia ed è salita di livello dopo l’uccisione del maritino Ramsay.
Dei suoi fratelli tuttavia non si può dire proprio lo stesso, Aria ha cercato di farsi uccidere per tutti i dieci episodi e si è salvata all’ultimo vendicando epicamente Rob, Bran dopo essere stato mesi sperso tra una visione e l’altra arriva finalmente alla barriera, mentre Rickon è incomprensibilmente deceduto a causa della sua incapacità di correre a zig zag nonostante ciò, mi ha intristito più la sua perdita rispetto a quella di Tommen. Ma cosa succederà ora che Grande Inverno è di nuovo in mano agli Stark? La settima stagione sembra troppo lontana…

Ecco i miei momenti migliori per riassumere la sesta stagione

13401379_10154398097121062_1698019789_n

 

 

Facebook Comments
Precedente Biancaneve e Il Cacciatore Successivo Beauty and the Beast: 4X5

One thought on “Il Trono di Spade: sesta stagione

  1. Shigatsu il said:

    Si sono d’accordissimo con te e secondo me e si spera in un settima stagione , sarà ricca di tantissimi colpi di scena e molto altro.

I commenti sono chiusi.